Regolamento Concorso - Voci X la Libertà 2019

 

 

 

22° FESTIVAL MUSICALE NAZIONALE DAL VIVO
VOCI PER LA LIBERTÀ – UNA CANZONE PER AMNESTY
Rosolina Mare (Rovigo) 19 - 21 LUGLIO 2019

“Dalla terra più giovane d’Italia si alza il canto dei diritti umani”

 

 

BANDO E GARA

Anche il Farcisentire festival si serve di Musplan per selezionare le band

È partito il countdown per partecipare alle selezioni del Farcisentire festival, il più grande evento campano, che dal 2003 propone le migliori novità musicali e che ogni anno ospita come headliner il meglio della scena indie nazionale. Il Farcisentire festival, quest'anno si terrà dal 5 al 7 luglio, come di consueto, nel piazzale della stazione circumvesuviana di Scisciano. Da pochi giorni è attivo sul sito di Musplan, il form per la candidatura. Per partecipare basterà iscriversi su www.musplan.com e candidarsi nella sezione "Eventi". Ecco un breve resoconto sulle prime impressioni relative a questa nuova collaborazione tra Musplan e Farcisentire festival. Ne abbiamo parlato con Dino Manzone, organizzatore dell'evento.

Musplan, partner strategico del Rock In Park

Si è conclusa con successo la prima fase della collaborazione tra Musplan e il Rock In Park. Più di sessanta band si sono candidate al contest attraverso l'iscrizione alla piattaforma e in questi giorni lo staff del festival sta procedendo alle selezioni. Anche quest'anno le porte del Legend Club di Milano faranno spazio al Rock in Park con proposte musicali provenienti dalla scena rock estrema italiana insieme alle guest star internazionali. Il festival si svolgerà dal 3 al 31 maggio con diversi appuntamenti settimanali. A seguire ci saranno le tappe dei concerti "Open Air" in giro per l'Italia. La prima data ufficializzata è quella del 15 giugno, a Santo Stefano Belbo in provincia di Cuneo, in collaborazione con l'associazione culturale Langhe Rock. Ne abbiamo parlato più approfonditamente con Matteo Pasini, come referente dello staff, addetto alla selezione e recruitment delle band.

FESTIVAL INDIE? LE SELEZIONI PASSANO DA MUSPLAN!

Musplan, la piattaforma multimediale che mette in contatto band, venue e promoter per facilitare il sistema del “live music”, è diventata partner tecnologico di importanti festival italiani del panorama indie. Le band hanno l’opportunità di partecipare alle selezioni, attraverso l’iscrizione gratuita alla piattaforma (www.musplan.com). Cliccando sulla sezione “eventi”, l’artista potrà visualizzare e scegliere i festival a lui più attinenti candidandosi ai contest attivi.

Rock In Park: le selezioni passano da Musplan

Musplan diventa parte integrante del Rock In Park, lo storico festival milanese che attira, da sempre, l’interesse nazionale per caratura delle rockstar ospitate, diventato inoltre, un’importante vetrina per le band emergenti. Il festival si svolgerà a maggio, come sempre all’interno del Legend Club di Milano, proponendo una selezione di artisti esordienti che, quest’anno, sarà supportata dalla piattaforma online di Musplan.

Atlantico Roma: quando l'imprenditoria musicale è un successo

Non tutti nascono imprenditori. Spesso le capacità sono legate ad una forte determinazione e costanza. Fare impresa nel sistema musicale non è semplice. Anzi, non lo è mai stato. Oggi, vengono richieste tante doti, non basta il titolo di studio. Occorre fare molta esperienza sul campo. Arrivare a gestire una venue di interesse internazionale è frutto di anni di progettazione ed impegno. Parliamo dell'Atlantico di Roma. Un posto efficientissimo sotto ogni aspetto. E non è stato così da sempre.

Con una capienza di oltre 2500 spettatori, l'Atlantico è il locale di punta della movida romana. Nato come rock club, con live di grandi rock band, fino alle ultime tendenze musicali e non solo. Dotata di una ottima strumentazione, la struttura è capace di ospitare altri tipi di eventi, oltre i concerti. Parliamo di spettacoli teatrali, musical, nouveau cirque ed electro-cabaret, gestendo in tutta sicurezza e con il minimo impatto acustico ed ambientale. Musplan ha intervistato l'event manager, Nando Fatelli per capire come possa nascere una carriera di successo e le relative criticità.

 

E' uscita la nuova playlist Spotify #300xmusplan Vol.2

Dopo il successo della prima playlist di Musplan Indie con passione #300xmusplan Vol.1, ascoltata da diversi addetti ai lavori (etichette, studi di registrazione, artisti, media partner e curatori di altre playlist) è uscita la seconda playlist sempre con i primi 300 artisti iscritti a Musplan. Iscriviti gratuitamente se vuoi entrare nelle prossime playlist. 

Descrizione degli artisti della playlist e link di riferimento sul Press Kit Digitale della loro pagina artista su Musplan. 

  1.  Goccia a Goccia di Delitto su Carta da Concordia Sagittaria (Ve) genere alternative rock, visita la loro pagina Musplan
  2.  Autumn 2121 di The Just Distracted Tjd da Catania, genere alternative rock, visita la loro pagina Musplan
  3.  Come Stai di Golton e White Mori da Cabiate (Co), genere alternative Hip Hop, visita la loro pagina Musplan
  4.  Tasche di Remida da Modena, genere indie rock, visita la loro pagina Musplan 
  5.  Per me di Io Virginia e il Lupo da Firenze, genere alternative rock, visita la loro pagina Musplan 
  6.  Missing you di Chiara Giacobbe Chamber Folk Band da Alessandria, genere Folk Rock, visita la loro pagina Musplan
  7.  Avò di Beatrice Campisi da Pavia, genere Jazz Fusion, visita la sua pagina Musplan
  8.  La grande bellezza di Jack Frusciante è rientrato nel gruppo da Milano, genere alternative rock, visita la loro pagina Musplan 
  9.  Giorni di Kim Ree Heena da Milano, genere alternative rock, visita la sua pagina Musplan  
  10.  Groovy Walk di Vito Lalinga (Vi Mode inc. project) da Taranto, genere nu funk, visita la sua pagina Musplan 
  11.  Il sognatore di Matteo Sica da Roma, genere pop rock, visita la sua pagina Musplan 
  12. Beatchebatte di Goji da Rovigo, genere indie pop, visita la sua pagina Musplan
  13. My father's guitar di Tja da Torino, genere indie pop, visita la sua pagina Musplan 
  14. Rosalie di Nero Lumière da  Torino, genere indie rock, visita la loro pagina Musplan
  15. Up and down the Canyon di Marco da Rold's Ghost Traing, da Milano, genere blues rock, visita la sua pagina Musplan 
  16.  Riflesso di Alca Impenne da Napoli, genere alternative rock, visita la loro pagina Musplan
  17. Honey di Teif The earth is flat da Torino, genere alternative rock, visita la loro pagina Musplan 
  18.  Party di Vea da Torino, genere indie pop, visita la sua pagina Musplan
  19. Habemus Papi di Negrito da Milano, genere Hip Hop, visita la sua pagina Musplan 
  20. Dea di Nuovo Corso Caffè da Milano, genere folk rock, visita la loro pagina Musplan 

Aventus la blockchain applicata ai live

Questo è un guest post realizzato in collaborazione dell'ingegnere informatico Federico Bo, autore di uno dei più autorevoli blog di innovazione digitale presenti in Italia, esperto di tecnologia blockchain, potete leggere i suoi articoli anche su Medium.

Questo è il quinto post del nostro viaggio di esplorazione di progetti e startup  che attraverso la blockchain (ma non solo, come vedremo) si propongono di rivoluzionare l’industria musicale e discografica.

 

Aventus

 

L’innovazione nel settore musicale non si limita alla ricerca di nuove soluzioni e modelli di business per la fruizione della musica digitale.

Come sottolineato nel primo post della serie, gli incassi derivanti dai concerti stanno aumentando a livello globale; in Italia nel 2017 il giro d’affari degli eventi live si è attestato sui 605 milioni di euro, ponendo il nostro paese al sesto posto della classifica mondiale.

Ma la musica dal vivo soffre di alcuni criticità.

La prima è certamente il problema del “secondary ticketing”: i biglietti vengono rivenduti a prezzi maggiorati in mercati e piattaforme secondarie, dove la scarsa trasparenza e talvolta pratiche truffaldine inquinano il settore. Gli acquirenti, spesso, non sanno nemmeno da chi hanno acquistato il biglietto, se in un canale di vendita primario, in una rivendita autorizzata, da bagarini online ecc.

Bitsong, la via italiana allo streaming blockchain, Voise e l’Open Music Initiative

Questo è un guest post realizzato in collaborazione dell'ingegnere informatico Federico Bo, autore di uno dei più autorevoli blog di innovazione digitale presenti in Italia, esperto di tecnologia blockchain, potete leggere i suoi articoli anche su Medium.

Questo è il quarto post del nostro viaggio di esplorazione di progetti e startup  che attraverso la blockchain (ma non solo, come vedremo) si propongono di rivoluzionare l’industria musicale e discografica.

 

BitSong

Iniziamo questo post parlando di un progetto italiano, BitSong.

Si definisce la “prima piattaforma di streaming decentralizzata” ed è basata su due tecnologie che già abbiamo incontrato nei precedenti post: blockchain Ethereum per pagamenti e gestione degli smart contract e IPFS per lo storage e la distribuzione dei file (audio e video).

I fondatori sono Angelo Recca, sviluppatore e imprenditore, e Rino Ticli, DJ. Il team è eterogeneo, composto da figure provenienti da vari ambiti (tecnici, manageriali e dal settore audiovisivo) e con diversi livelli di esperienza. La sede è a Malta, un paese che punta molto su blockchain e criptovalute.

Musicoin e Mycelia, all’avanguardia dell’innovazione musicale o solo del marketing?

Questo è un guest post realizzato in collaborazione dell'ingegnere informatico Federico Bo, autore di uno dei più autorevoli blog di innovazione digitale presenti in Italia, esperto di tecnologia blockchain, potete leggere i suoi articoli anche su Medium.

Questo è il terzo post idel nostro viaggio di esplorazione di progetti e startup che attraverso la blockchain (ma non solo, come vedremo) si propongono di rivoluzionare l’industria musicale e discografica.

Continuiamo il nostro viaggio nell'innovazione, legata al mondo della musica veicolata dalla tecnologia blockchain. Parliamo oggi di due progetti molto reclamizzati in rete e nell'ambiente musicale, ma entrambi con qualche punto oscuro.

 

 

Musicoin

Musicoin è una piattaforma peer to peer di streaming musicale gratuita basata su blockchain che si prefigge di compensare in modo equo e diretto musicisti, sviluppatori, miners.

La piattaforma e il suo ecosistema si basano sulla filosofia elaborata dall’imprenditore cinese Isacc Mao: lo “sharismo”, descritta come “una filosofia rivoluzionaria che incorpora la saggezza dagli studi di Epistemologia e Axiologia. Sottolinea l'importanza di condividere conoscenza e valore all'interno di una comunità per creare un impatto sociale positivo.