Wiki Intervista ad alcune band emergenti del Meeting del Mare Jam Camp

Ai primi di Giugno come Musplan siamo stati invitati ai tradizionali Jam Camp tra band emergenti e operatori del settore musicale italiano, l'intervista a Don Gianni Citro direttore artistico del Meeting del Mare la potete leggere sempre su questo blog,  Meeting del Mare 2018: riflettori puntati sulla nuova musica indipendente italiana. .

Abbiamo illustrato quelle che sono le caratteristiche peculiari della piattaforma Musplan, ovvero la possibilità di costituirsi un booking in autonomia, almeno all'inizio per effettuare live o mini tour o candidature a Festival musicali, in base alle richieste che i music venue metteranno per attrarre richieste di band emergenti disponibili a suonare in determinati spot, in base a genere, data disponibile, località e cachet.  Oltre a queste funzioni di web booking per gli artisti, Musplan offre un potente strumento di comunicazione quale la compilazione gratuita di un Press Kit Elettronico, che permette a tutti gli artisti di presentarsi in maniera professionale e strutturata ai propri fans e agli operatori professionali di settore, nonchè ai media (tra cui i nostri partner Exitwell e Pinguinomag, per esempio). Inoltre in questo press kit possono essere inserite oltre alla propria biografia dell'artista, gli album o ep prodotti, e inserire i link dei propri video o immagini dei propri live. 

Fare rete nella nuova industria musicale

In un'epoca di trasformazione radicale del sistema musicale, caratterizzato dalla presenza sempre più ingombrante di social network che influenzano la scelta e il gusto dell'ascoltare medio, facendo di gruppi emergenti delle star nazionali in breve tempo, anche gli operatori del management musicale si devono adeguare, stare al passo coi tempi ed esser sempre più competitivi. Il mercato della musica emergente sta cambiando. Non è più un sistema di nicchia. Ed occorre tutto il supporto necessario affinché queste band possano proseguire il loro percorso lavorativo raggiungendo risultati ottimali. Dietro l'artista c'è un esercito di persone che lavora per lui.

Pensiamo alle esibizioni dal vivo. Oggi rappresentano la fetta di mercato più ambita e redditizia per tutto l'engagement musicale. Inevitabile conseguenza del fatto che la musica sia a libera fruizione di tutti. Tramite il web, non c'è più l'obbligo di acquistare un disco, per sapere cosa abbia da raccontarci un artista. Perciò non ci resta che vederlo dal vivo per completare l'idea che ci si è fatta su di lui. Oggi, si sta consolidando sempre di più il concetto di far rete tra tutti gli operatori dell'industria musicale. Perché, solo collaborando insieme, si possono acquisire e migliorare competenze da mettere a servizio del consumatore finale, nonché diventare fonte di reddito personale.

“Vivi Muori Blues Ripeti” segna il ritorno dei Bud Spencer Blues Explotion

bud spencer blues explotion

Il blues è una cosa ciclica come la vita, la morte, l'amore . Un frenetico rock- blues in chiave alternative rock è ciò che rende unica la combinazione del duo Bud Spencer Blues Explotion, formato da Adriano Viterbini (chitarra, voce) e Cesare Petulicchio (batteria).

Un quarto album segna il ritorno della band. Il disco si intitola “Vivi Muori Blues Ripeti”, uscito il 23 marzo per La Tempesta Dischi. Registrato completamente in analogico, per rispettare la ruvidezza dei suoni che arrivano d'impatto, come se si venisse catapultati in un concerto dal vivo. Qualità che caratterizza la band, per la quale, hanno vinto diversi premi del corso degli anni. A partire dal primo tour, nel 2007, dove sono stati premiati come miglior band all’Heineken Jammin’ Festival e l'anno successivo con il premio S.I.A.E. sul palco del Primo Maggio di Roma. Mentre con il penultimo disco, hanno vinto il premio PIMI come “Miglior spettacolo live” e il premio KeepOn come “Best Live”.

 

Son passati quattro anni dal vostro ultimo disco. Nel frattempo avete curato progetti paralleli. Cosa vi ha spinto a ritornare in sala di registrazione?

Semplicemente la voglia di suonare. Ci siamo presi un periodo di pausa ma a un certo punto, ci siamo resi conto che ci mancava suonare insieme. Inizialmente non c'era l'intenzione di fare un disco. Ci siamo chiusi in sala buttando giù qualunque cosa ci venisse in mente. Una jam creativa e liberatoria che, nel tempo, ci ha portato a costruire i brani che oggi sono presenti nell'album.

 

Meeting del Mare 2018: riflettori puntati sulla nuova musica indipendente italiana.

Quest'anno in occasione del lancio di Musplan, la nostra piattaforma per la creazione di eventi di musica inedita ed emergente, abbiamo incontrato lo staff del Meeting del Mare, un rinomato festival tra i più interessanti del panorama indie della musica italiana, con ampio spazio alle band emergenti e Musplan ne è orgogliosamente partner. 

Tutto pronto per il Meeting del Mare, che quest'anno inaugura la XXII edizione, nell'ormai consolidata location a Marina di Camerota, provincia di Salerno. Il festival si svolgerà dall'1 al 3 giugno, con una kermesse di ospiti d'avanguardia. Sempre in linea con le novità musicali, il Meeting del Mare, non si lascia mai sfuggire l'occasione di poter dar voce alla “musica nuova” ed esser generatore di nuovi talenti, oltre 70 band approderanno ad uno dei più grandi festival del Sud Italia.

Grande attesa quest'anno per lo spettacolo di Cosmo, che si esibirà durante la seconda serata del festival. La particolarità che l'ha reso famoso, riguarda gli effetti scenici utilizzati sul palco. Luci che ruotano attorno ai musicisti, per poi farli scomparire in un tempo indefinito. Poi riappaiono. Uno alla volta oppure tutti insieme. E ricomincia il gioco. Al centro di tutto, resta la musica. Unica padrona del palco. É questo il senso che vuol dare l'artista. Uno show che ha conquistato più di venticinquemila persone seguendo Cosmo nei più importanti festival e club d'Italia. E non poteva di certo mancare al Meeting del Mare.

Intervista a Colapesce

“Infedele” è il terzo album di Colapesce, uscito il 27 ottobre per l'etichetta 42 Records e prodotto da Mario Conte insieme a Jacopo Incani di “Iosonouncane”. É il primo album ad esser distribuito su Spotify, segno di un riconoscimento mediatico che vede il cantautore siciliano piazzarsi nell'olimpo dei musicisti indipendenti italiani. In piena attività con il tour, che è partito l'11 gennaio, facendo sold out al Santeria Social Club di Milano, Colapesce ci ha raccontato del suo esordio con tutte le difficoltà legate ad ogni musicista emergente che si affaccia all'industria musicale.

Il Blog di Musplan

Finalmente attivo il Blog di Musplan.

Una sorta di diario con aggiornamenti e novità riguardanti il mondo della musica, nello specifico dei Live Music Events.