Anche il Farcisentire festival si serve di Musplan per selezionare le band

È partito il countdown per partecipare alle selezioni del Farcisentire festival, il più grande evento campano, che dal 2003 propone le migliori novità musicali e che ogni anno ospita come headliner il meglio della scena indie nazionale. Il Farcisentire festival, quest'anno si terrà dal 5 al 7 luglio, come di consueto, nel piazzale della stazione circumvesuviana di Scisciano. Da pochi giorni è attivo sul sito di Musplan, il form per la candidatura. Per partecipare basterà iscriversi su www.musplan.com e candidarsi nella sezione "Eventi". Ecco un breve resoconto sulle prime impressioni relative a questa nuova collaborazione tra Musplan e Farcisentire festival. Ne abbiamo parlato con Dino Manzone, organizzatore dell'evento.

Quali vantaggi state riscontrando nel servirvi di una piattaforma digitale per la selezione delle band?
Sicuramente è un servizio molto più fluido rispetto a quelli di cui abbiamo usufruito in passato. Il vantaggio principale è l'avere un sistema già pronto dove non bisogna spiegare con infinite mail le modalità di iscrizione, indirizzare su vari siti e via discorrendo. Su Musplan si trova un format già preimpostato e chiaro. Con questo sistema lineare, noi andiamo a capire, all'istante, quali sono le esigenze di una band e viceversa, capire nell'immediato se rispecchiano i nostri requisiti. Ogni anno il contest l'abbiamo creato on line, inviando e ricevendo mail con le relative demo da cui partiva una successione infinita di messaggi. Un sistema confusionario. In passato ci è anche capitato di selezionare delle band che al momento della scelta non avevano, ad esempio, accettato il regolamento. Problematiche che con Musplan non nascono. In soli dieci giorni dall'apertura del contest abbiamo avuto già trenta candidature. L'anno scorso ne abbiamo totalizzate una cinquantina. Quindi, si presume che ne raggiungeremo almeno il doppio, considerato che il termine ultimo per iscriversi è tra circa due mesi. Un altro vantaggio è la possibilità di avere un contatto diretto con gli artisti selezionati tramite un servizio chat, senza doversi confondere tra le mail ed aspettare a lungo.

È attiva la funzione che permette di dare una valutazione sulle band in fase di selezione. Cosa ne pensate?
Questa funzione ci permetterebbe di formulare una valutazione utile per una prima fase di scrematura, considerato il lungo tempo ancora a disposizione, per potersi candidare al Farcisentire festival. In questa maniera si eviterebbe di ridursi agli ultimi giorni con ancora svariate demo da sentire e selezionare.

Possiamo dire che in futuro, vi servirete della collaborazione di Musplan per organizzare altri eventi diretti o collaterali? E in quale misura il supporto di Musplan sarebbe più congeniale alle vostre esigenze?
Il Farcisentire festival è gestito dai volontari dell'associazione Arcifelix che è diventata il punto di riferimento di altre organizzazioni locali. Spesso ci capita di esser contattati per fornire nomi e contatti di band che hanno suonato sul nostro palco o che abbiamo in cantiere di farlo, dato che abbiamo un grande archivio demo. Quindi sicuramente c'è la possibilità di creare anche eventi collaterali al nostro, usufruendo di Musplan.
Nel nostro caso, saremmo curiosi di vedere come funzionerà il servizio di ricerca locale con raggio d'azione, mirato alla selezione di band emergenti esclusivamente del territorio, considerato che non possiamo offrire vitto e alloggio. Nel passato ci è capitato di accettare candidature da regioni più lontane. Ad esempio, nel 2005 si proposero i Ministri, all'epoca ancora poco conosciuti. Io ebbi il cd via posta. Vennero da Milano per suonare gratis da noi. Oggi è un vanto ricordare quell'episodio ma non credo sia giusto far pesare all'artista anche le spese.

Come si svolgeranno le fasi di selezione del contest? E quanti saranno ad esibirsi sul palco?
Considerato che il festival dura tre giorni, l'idea è quella di prendere al massimo tre band, ovvero una per ciascuna serata. Se ne occupa la direzione artistica che è composta da musicisti competenti in materia. Non facciamo distinzione di generi e non seguiamo obbligatoriamente le tendenze musicali del momento ma ci basiamo su altri criteri. Diamo spazio a tutti ma con qualità. Discorso diverso per quanto riguarda gli headliner, dove siamo tenuti a rispettare ciò che la gente segue di più.

Che tipo di impegno richiede l’organizzazione di un festival come il vostro, considerato l’accesso gratuito?
Come spiegato, l'associazione Arcifelix organizza altri tipi di eventi, tra cui sagre e fiere ed è da questi appuntamenti annuali che ci procuriamo gli introiti per organizzare il Farcisentire festival. Ci procuriamo tutto il necessario per allestire il palco attraverso il noleggio dell'attrezzatura e provvediamo ad ospitare gli headliner e gli altri artisti che hanno bisogno di qualche tipo di supporto.

Quanta gente può contenere l'area del festival e qual è il vostro target di spettatori?
Il piazzale della stazione circumvesuviana di Scisciano, può ospitare fino a circa cinquemila persone. Ci seguono un po' tutte le fasce d'età. Anche se si tratta di un festival di musica emergente ed indie, non manca la presenza delle famiglie che, di solito, sono in maggioranza durante la prima fase della serata, per poi lasciare maggior spazio ai giovani, col passare delle ore.